21 Novembre 2018

Contratti a tempo determinato Accordo territoriale

Si comunica che in data 30 giugno 2017 è scaduto l´Accordo Territoriale siglato da Confcommercio Prov di Napoli con le rappresentanze provinciali delle Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori firmatarie del CCNL del Terziario, Distribuzione e Servizi che consente di derogare alle limitazioni previste dalla normativa in materia di contratti a tempo determinato. Nello specifico tale Accordo individua le località a prevalente vocazione turistica ove è consentito derogare alle limitazioni quantitative nella stipula dei contratti a tempo determinato da parte delle aziende che, pur non esercitando attività di carattere stagionale, necessitano di gestire picchi riconducibili a ragioni di stagionalità. Ne consegue che nelle more della stipula di un nuovo accordo le aziende in questione sono tenute ad osservare le prescritte limitazioni di legge. Si coglie l´occasione per segnalare che Confcommercio Prov. di Napoli si sta adoperando per avviare congiuntamente alle Organizzazioni Sindacali dei lavoratori le intese finalizzate alla sottoscrizione del nuovo accordo territoriale, al fine di soddisfare le esigenze delle aziende interessate. Si ritiene a questo punto opportuno riportare di seguito i punti salienti della disciplina dettata in materia di contratti a tempo determinato dal D. Lgs. 81/2015.
DISCIPLINA LEGALE A CAUSALITÀ:

Rispetto alla previgente disciplina per stipulare un contratto di lavoro a tempo determinato non è più obbligatorio specificare le ragioni giustificatrici del contratto stesso, che diventa quindi un contratto cosiddetto "acausale".


DURATA MASSIMA:

* 36 mesi, comprensivi di proroghe, rinnovi e periodi di missione nell´ambito di somministrazione a tempo determinato;
* in caso di superamento dei 36 mesi, trasformazione del contratto a tempo indeterminato dalla data del superamento;
* possibilità di stipulare un ulteriore contratto a termine di 12 mesi innanzi alla DTL competente, una volta esauriti i 36 mesi
* in caso di mancato rispetto della procedura, nonché di superamento del termine, trasformazione del contratto a tempo indeterminato dalla data della stipulazione.

PROROGHE
* Massimo 5 proroghe nell´arco dei 36 mesi.
* In caso di superamento del tetto massimo, trasformazione del contratto a tempo indeterminato dalla decorrenza della sesta proroga.

RINNOVI
* Tra un´assunzione a termine e l´altra del medesimo lavoratore devono decorrere i seguenti intervalli temporali: 10 giorni dalla data di scadenza del contratto di durata fino a 6 mesi; 20 giorni dalla data di scadenza del contratto di durata superiore a 6 mesi;
* In caso di violazione, il secondo contratto si trasforma a tempo indeterminato.

PROSECUZIONE OLTRE LA SCADENZA DEL TERMINE
* Maggiorazione retributiva del 20% fino al decimo giorno; 40% per ogni giorno ulteriore;
* Trasformazione del rapporto a tempo indeterminato se la prosecuzione avviene oltre il trentesimo giorno per contratti di durata inferiore a 6 mesi; oltre il cinquantesimo giorno per contratti di durata superiore a 6 mesi.

LIMITE PERCENTUALE DI ATTIVAZIONE DEI CONTRATTI A TERMINE
* 20% del personale a tempo indeterminato in forze al 1° gennaio dell´anno di assunzione, salva diversa previsione dei contratti collettivi (anche aziendali).

CONSEGUENZE VIOLAZIONE LIMITE QUANTITATIVO
Sanzione amministrativa pari a:
* 20% della retribuzione per ciascun mese/ frazione di mese superiore a 15 giorni di durata del rapporto, in caso di assunzione di 1 lavoratore oltre il limite prescritto;
* 50% della retribuzione per ciascun mese/frazione di mese superiore a 15 giorni di durata del rapporto, in caso di assunzione di più di 1 lavoratore oltre il limite prescritto.
[]

Richiedila Qui

[]

Eventi

[<<] [Novembre 2018] [>>]
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Sponsor

[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

siti web miludasite
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata